Smaltimento eternit e soluzioni alternative

Opreazione di incapsulamento eternit per successivo smaltimento

Chi ha nel proprio immobile dell'eternit e vuole procedere alla messa in sicurezza dello stesso è bene che abbia presente le diverse possibilità al riguardo, dato che lo smaltimento vero e proprio non è l'unica soluzione disponibile.

Per smaltimento si intende infatti l'operazione di rimozione dell'eternit e della sua sistemazione nelle apposite discariche autorizzate. Lo smaltimento prevede quindi lo spostamento definitivo dell'eternit dal luogo dell'intervento sino alla discarica.

Procedere con lo smaltimento comporta una serie di operazioni, in parte comuni anche ad altri metodi di messa in sicurezza, a cui però si aggiunge anche il costo del trasporto e della sistemazione in discarica. Essenzialmente le operazioni necessarie in un intervento di smaltimento sono le seguenti:

1 - sopralluogo del personale dell'azienda di smaltimento per la verifica delle condizioni dei manufatti, della accessibilità, quantità e di altri fattori significativi

2 - redazione di un piano di smaltimento secondo la normativa vigente e sua comunicazione alla ASL competente per quella località

3 - delimitazione della zona di intervento con apposita segnaletica

4 - trasporto e installazione della macchina di decontaminazione

5 - incapsulamento dei manufatti in eternit attraverso rivestimento con apposite sostanze che impediscono alle fibre di amianto di essere disperse nell'aria durante le operazioni

6 - imballaggio dei manufatti smontati e/o demoliti

7 - trasporto dei materiali rimossi presso discarica autorizzata e sistemazione definitiva degli stessi

E' chiaro come tutte queste operazioni comportino dei costi a cui vanno aggiunti anche gli oneri dovuti alla ASL nonché ulteriori eventuali spese a seconda del tipo e della difficoltà dell'intervento.

Dato che discreta parte dei costi sono addebitabili alle operazioni di smontamento e/o demolizione, imballaggio, trasporto e discarica, succede non di rado che
in diverse situazioni vi siano soluzioni più economiche dello smaltimento.

Tali soluzioni possono essere di diverso tipo. Una delle più interessanti è quella dell'incapsulamento tramite poliuretano espanso. Questa soluzione consiste nel "rivestire" i manufatti di eternit con del poliuretano espanso, che può essere applicato ad esempio utilizzando apposite pistole a spruzzo.

In questo modo i manufatti, vengono mantenuti in essere nel luogo stesso e non di rado addirittura recuperati, dato che possono continuare ad assolvere la propria funzione. Una tettoia trattata in questa maniera continuerà ad esempio ad essere usata come tale, senza tuttavia presentare più il pericolo della liberazione di fibre di amanto nell'aria.

E' chiaro come queste tipologie di interventi in loco, risultino spesso più economiche dello smaltimento vero e proprio, non necessitando di demolizione, trasporto e discarica.
Generalmente questo vantaggio economico è comunque presente soltanto nei casi in cui vi siano aree abbastanza grandi da bonificare. Per interventi più modesti invece lo smaltimento vero e proprio risulta spesso più vantaggioso.