Umbertide: iniziativa anti amianto del Movimento 5 Stelle

20/10/2014

E' da segnalare una iniziativa dei componenti della giunta di Umbertide (PG), appartenenti al Movimento Cinque Stelle, la forza politica più sensibile ai temi ambientali, che hanno presentato una proposta di piano "No amianto", in cui vengono fissati alcuni punti fondamentali per procedere in maniera razionale allo smaltimento di eternit e amianto sul territorio del comune.

Il piano propone in particolare di
- definire modi di operare, risorse, obiettivi, interventi, priorità e tempi
- coinvolgere l'amministrazione e di altre istituzioni ed uffici
- creare una commissione legale-scientifica che formi e informi e coordini gli attori del piano
- e che interagisca con altre istituzioni, reperisca i fondi, verifichi e controlli in sinergia con il centro regionale
- elaborare una mappatura completa e puntuale dell'amianto
- istituire anche un contributo ambientale
- creare un elenco delle imprese adibite a bonificare e smaltire amianto ed eternit
- reperire i fondi statali ed europei
- sostituire i panneli di eternit con quelli solari


Considerando anche che il comune di Umbertide è quello più inquinato dell'Umbria, questa iniziativa ha un particolare significato. Soprattutto è un buon esempio di come affrontare un problema con una visione a 360 gradi, per step calibrati e ragionati. Che purtroppo è una delle caratteristiche che sono in parte mancate alla lotta all'eternit e all'mianto in questo paese.

Questa iniziativa, si inserisce in un quadro, quello italiano, in cui il ritardo per la messa in sicurezza del terriotio nazionale dall'amianto è davvero preoccupante. Un dato su tutti è sufficiente a rendere l'idea della questione: 600 milioni di mq di ternit/amianto ancora da smaltire. Considerando che il tempo medio perché l'eternit inizi a diventare pericoloso è di 30 anni, tutti quei milioni di metri quadri diventano ancora più temibili se si considera che gran parte di essi contano ormai anche più di 30 anni. Sono infatti 22 anni che l'eternit è stato completamente vietato sul nostro territorio e di conseguenza la gran parte di esso è ormai piuttosto "vecchio" e quindi potenzialmente pericoloso.

Fonte notizia: "PROPOSTA DI ADOZIONE DI UN PIANO DI INTERVENTO PER LA RIMOZIONE ETERNIT".