Reati contro l'ambiente: approvata la legge

29/05/2015

Pochi giorni fa con 170 voti a favore, 20 contrari e 21 astenuti è stata approvata dal senato una legge modifica del codice penale che introduce cinque nuovi delitti "contro l'ambiente". La legge, votata oltre che dalla maggioranza anche dal Movimento 5 Stelle e da Sel è stata promossa anche dall'attività di 25 associazioni ambientaliste e da altre realtà impegnate in difesa dell'ambiante.

Tale legge riguarda direttamente anche l'eternit e l'amianto, non solo perché tali materiali sono stati riconosciuti da più di 20 anni come pericolosi e messi al bando, ma anche perché sono molti i reati di abbandono e di smaltimento illecito di amianto ed eternit perpetrati ogni giorno su tutto il territorio italiano.

La legge in questione introduce innanzitutto il reato di inquinamento ambientale, punibile con multe da 10 mila a 100 mila Euro e pene da due a sei anni di carcere che possono arrivare sino a venti se presenti eventuali aggravanti. Viene poi inserito anche il reato di "disastro ambientale", punibile con pene dai 5 ai 15 anni, e che riguarda alterazioni "irreversibili" di un ecosistema e la compromissione della incolumità pubblica rispetto alle persone esposte a pericolo.

La legge prevede inoltre la confisca dei beni per coloro che vengono riconosciuti colpevoli dei suddetti reati e l'affidamento alle autorità competenti delle operazioni di bonifica delle zone inquinate presso cui tali reati sono stati commessi.

Benché vi sia ancora molto da fare, anche in materia legislativa, per dissuadere e punire i reati contro l'ambiante, bisogna riconoscere che questa legge è un grande passo verso una giurisprudenza, e più in generale verso un Stato, più attenti alla protezione dell'ambiente e alla tutela della salute dei cittadini. Prossimo passo dovrebbe essere quello di rendere la sorveglianza e la denuncia dei reati contro l'ambiente sempre più efficaci e sicuri, in maniera tale che "l'effetto dissuasione" abbia la forza necessaria per iniziare a dare i suoi risultati.