Lecce: "Puglia Eternit Free"

09/02/2015

"Puglia Eternit Free" è il nome della appena nata iniziativa della regione Puglia votata a informare i cittadini sui rischi dell'eternit e dell'amianto. L'iniziativa è promossa da Legambiente Puglia in collaborazione con Teorema Spa, ed è patrocinata dall'Assessorato alla Qualità dell'Ambiente.

Alla conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa è intervenuto il presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantini, che ha sottolineato come la provincia di Lecce abbia già avuto in passato un posto primario nelle iniziative volte allo smaltimento di eternit e amianto e alla sensibilizzazione sui problemi ad essi legati. In un precedente progetto con obbiettivi simili, erano infatti stati individuati e smaltiti qualcosa come 9600 metri quadri di eternit. Nonostante ciò, la situazione è ancora critica, dato che, secondo i dati portati dallo stesso tarantini, in Puglia esisterebbero ancora 5000 tetti completamente di eternit e più di 2000 siti con presenze di amianto.

Tarantini ha poi rilevato quanto poco nel nostro paese sia stato fatto per la messa in sicurezza di eternit e amianto sinora, nonostante siano trascorsi en 22 anni dalla messa al bando di questo materiale. Per questo Tarantini ha chiesto ufficialmente alla regione Puglia di approvare in maniera definitiva il Piano regionale Amianto sostenendolo con le necessarie risorse per una rimozione e bonifica definitiva di tutti gli immobili non ancora messi in sicurezza.

Molto interessante la possibilità da parte dei cittadini, attraverso il numero verde 800 131 02, messo a disposizione da Lega Ambiente, di richiedere un sopralluogo tecnico per verificare l'eventuale presenza di eternit o amianto, quando ve ne sia il sospetto e in caso positivo di ricevere un aiuto per la compilazione della scheda di autonotifica. Lega Ambiente pensa in questo modo di contribuire al censimento dei luoghi ancora da bonificare, che in Puglia, così come in pratica in tutta Italia, o non è stato fatto o è stato realizzato in maniera assolutamente incompleta. Motivo per cui la maggior parte degli esperti sostiene che i dati su eternit e amianto ancora da bonificare sono di gran lunga sottostimati.